Exo System
Network World Extra Edition
EXO SYSTEM PENSA ALL'INTEGRAZIONE APPLICATIVA
GIUGNO 2003
Si chiama e-INTEGRA il middleware di integrazione che l'italiana Exo System (www.exosystem.it) ha introdotto nella sua offerta. Si tratta di un prodotto basato su tecnologie di messaging, destinato a far dialogare fra loro le applicazioni ERP o comunque mission-critical di un'azienda e che, grazie a una partnership con SSA Global Technologies, è stato adottato dalla casa americana per integrare la sua suite ERP BPCS con altri applicativi.

Messaggi pei i dati

L'obiettivo di e-INTEGRA è sostituire i sistemi più classici per lo scambio dei dati tra applicazioni attraverso la trasmissione di file. Le informazioni (file, dati o anche oggetti COBRA o DCOM) vengono elaborate e messe sotto forma di messaggi, la cui trasmissione viene gestita da una piattaforma di messaging and queuing separata. Come accade in architetture distribuite di questo genere, è il software di messaging (per e-Integra la scelta consigliata è IBM MQSeries) a occuparsi di accordare e trasmettere in modalità asincrona i diversi messaggi, garantendone la consegna corretta. Il ruolo di e-INTEGRA è dunque quello di ridurre al minimo il "peso" dello sviluppo di codice per interfacciare i sistemi fra loro, introducendo una base comune di dialogo attraverso il messaging.

Un controllo centrale

La logica del trattamento dei dati e dei loro trasferimenti viene gestita da una console centralizzata, il BMR (Business Messages Repository), che tra l'altro permette di modificare l'istradamento dei messaggi senza operare modifiche al codice applicativo. Dalla console si possono poi definire allarmi per identificare condizioni particolari o anomale nella gestione dei messaggi.

Sempre tramite il BMR si possono gestire le situazioni in cui la comunicazione asincrona, tipica del messaging, non è sufficiente: in questi casi va definito un trasporto sincrono che metta in relazione fra loro i sistemi che è opportuno operino "in coordinazione".