Exo System
IL SOLE-24ORE
Venerdì 11 novembre 1994
GIADAscan di Exo System

Exo system Italia, l'azienda che produce e distribuisce "GIADAscan", il sistema di archiviazione ottica di immagini e filmati studiato e realizzato per lavorare direttamente con i lettori di videodischi laser Sony serie Crv, ha presentato la nuova versione del sistema, ampliata con ulteriori funzionalità per la gestione delle immagini in bianco e nero e a colori. Tre nuovi moduli software vanno ad arricchire "GIADAscan", con il quale è possibile collegare direttamente i lettori di videodischi alle porte seriali di una workstation operante in ambiente Windows, facendo in modo che vengano attivati automaticamente dal software, che consente l'archiviazione di singoli frame o di interi filmati. Caratteristiche di questo sistema sono la possibilità di personalizzare le schede informative associate alle immagini e ai filmati e la semplicità dell'interfaccia utente, che consente l'accesso immediato al contenuto del videodisco: la funzione che associa un colore ai documenti presenti in ogni tabella e trasporta i singoli documenti in altre tabelle rende ancor più agile il sistema e facile il suo utilizzo. Le possibilità di ricerca delle immagini e dei filmati vanno dalla selezione ad albero dei livelli di catalogazione alle ricerche incrociate, attuabili grazie al supporto di operatori logici avanzati. Il primo nuovo modulo software permette di pilotare direttamente lettori/scrittori di videodischi laser: attraverso la porta seriale "GIADAscan" può così pilotare i lettori automatizzando il posizionamento su uno dei 65mila fotogrammi disponibili sul lato di ogni singolo videodisco. L'immediatezza dell'accesso consente sia il mantenimento in linea di archivi fotografici in qualità video studio, sia l'individuazione istantanea di sequenze filmate, grazie al sistema di indicizzazione e ricerca associato al database; l'introduzĂ­one di questo nuovo modulo software permette la gestione in contemporanea di ben quattro differenti lettori, ampliando a oltre 260mila fotogrammi il campo di reperimento in linea delle immagini e dei filmati. Il secondo modulo introdotto nella nuova versione del sistema rende possibile archiviare le immagini colori a 24 bit/pixel registrate su un floppy attraverso la macchina fotografica Canon Ion: queste immagini, che possono arrivare fino a cinquanta per ogni dischetto vengono digitalizzate e indicizzate in modo personalizzato su Laserdisc, in maniera analoga a quanto avviene per i fotogrammi. La stessa scheda digitalizzatrice permette anche di catturare immagini da video camera o altri dispositivi video, purchĂ© dotati di uscita Pal o S-Video. Il terzo e ultimo modulo consente l'archiviazione di documenti acquisiti con dispositivi Twain compatibili permettendo l'utilizzo di scanner desktop oppure manuali e garantendo l'archiviazione di documenti e immagini.

D.L.M.